Impianto biogas di Rovato

 

L’impianto di recupero energetico del biogas, asservito alla discarica di Rovato, è costituito da n° 3 motori a combustione interna. I motori utilizzati sono i modelli JGS 316 della ditta JENBACHER: motori della potenzialità di 836 kWe cadauno, a combustione interna sovralimentati, adattati per il funzionamento a biogas, rigidamente collegati con alternatore sincrono con tensione d’uscita di 380 V.

La potenzialità complessiva dell’impianto è di 2508 kWe.

Ciascun motore è installato in una cabina containerizzata dedicata standard ISO realizzata in acciaio al carbonio. Il quadro di media tensione, il trasformatore ausiliari, il quadro servizi ausiliari QGBT ed il quadro di supervisione sono anch’essi alloggiati all’interno di una cabina containerizzata dedicata, realizzata in acciaio al carbonio. La disposizione in container dei motori e delle apparecchiature elettriche è stata prescelta con l’obiettivo di limitare quanto più possibile l’impatto visivo della centrale,garantendo, altresì, un’estrema flessibilità di gestione dell’impianto.

I gas di scarico dei motori sono inviati in postcombustori termici in grado di ridurre il monossido di carbonio in uscita dai motori, a valori ben al di sotto dei limiti imposti dalla normativa vigente. Ogni singolo motore è equipaggiato con un camino di altezza geometrica pari a 10 metri.

A valle di tutti i gruppi sono installati la stazione di trasformazione 380V/15.000 V e l’interruttore di interfaccia e parallelo retesul quale agiscono i relè di protezione verso la rete.


DATI TECNICI DELL’IMPIANTO

  • Ubicazione: Discarica di Rovato
  • Tipologia impianto: Motori a combustione interna
  • Anno installazione: 2003
  • Ore di funzionamento: 8.000 / anno
  • Potenza elettrica installata: 2.508 kW
  • Rendimento elettrico impianto: 39%